Facciamo sul serio

Con l’esplosione degli smartphone, l’arrivo delle nuove televisioni che dialogano con Internet, gli iPad e i tablet, Telecom Italia, dopo anni di cauti avvicinamenti, ha deciso di buttarsi nel business delle soluzioni a valore aggiunto, che unisce la vendita di contenuti a prestazioni tecnologiche. E cerca alleati.
Manzoni o non Manzoni, il matrimonio si farà . Anzi a dire il vero si è già  celebrato. Si tratta ora di consumarlo, il che non è proprio un compito dei più semplici. Stiamo parlando dell’unione tra televisione e Internet, che vede in campo molti candidati e altrettanti grandi sacerdoti. L’ibrido ha attivato i succhi gastrici delle aziende di tlc, che nei servizi a valore aggiunto da sviluppare con le connessioni a banda larga si giocano parte del loro futuro. L’Iptv (acronimo di Internet protocol television, che non è altro che il sistema utilizzato per diffondere programmi audiovisivi attraverso le connessioni a banda larga di Internet) fa gola a molti, da Fastweb a Infostrada e soprattutto a Telecom Italia, che ha appena riorganizzato la propria struttura per occuparsi dei nuovi business che hanno al centro l’offerta di contenuti. Curiosi di capire cosa bolle in questo calderone, siamo andati a sfruculiare un signore che di queste cose se ne intende, Paolo D’Andrea, responsabile di Innovative Vas (altro acronimo che sta per Value added service) dell’azienda guidata dall’amministratore delegato Marco Patuano.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 422 – novembre 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale