Wind prepara una maxi cessione della rete

ROMA (MF-DJ) – Maxi cessione della rete piu’ vicina per Wind, con Huawei e (soprattutto) Ericsson in pole per rilevare 1600 tecnici addetti alla supervisione e alla manutenzione dei network telefonici. Il gruppo russo-egiziano, scrive Il Sole 24 Ore, sarebbe pronto a stringere sull’esternalizzazione dei lavoratori dopo il mandato esplorativo dato a McKinsey nella primavera scorsa, voluto dall’a.d. Ossama Bessada. Si tratta di un’operazione con un valore potenziale, in termini di asset, pari a tre miliardi di euro, che ha irritato i sindacati dopo una prima fase di dialogo e che deve questo repentino inasprirsi delle trattative proprio al cambio di marcia da parte di Wind su un deal che, se perfezionato in questi termini, si configurerebbe come una delle piu’ importanti cessioni di rami d’azienda dei prossimi mesi. La decisione potrebbe arrivare tra il 30 novembre e il primo dicembre, con due offerte sul tavolo: da un alto i cinesi di Huawei, pronti a lasciare il lavoro in Italia, insieme con l’assunzione di 1500 su 1600 tecnici nell’arco di tre anni. Dall’altro Ericsson con cui si correrebbe il rischio di trasferire la manodopera nell’Est europeo. Dura la reazione della Slc Cgil, secondo cui si tratta di una “scelta che mettera’ a rischio l’occupazione di migliaia di lavoratori di tutti i settori perche’, senza rete, Wind non potra’ mantenere gli oltre 4mila addetti tra amministratori, commerciali, customer care e It. Noi siamo pronti ai sacrifici, ma questa soluzione e’ inaccettabile”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci