INTERNET: AGORA’ DIGITALE, SENTENZA UE STORICA

Condividi

(ANSA) – ROMA, 24 NOV – “La Corte di Giustizia ricorda a tutti che esistono ancora limiti invalicabili e che la tutela del copyright non può giustificare un monitoraggio preventivo del traffico di rete. Almeno fino a che esisterà  la direttiva 2000/31”: è questo il commento di Marco Scialdone, responsabile del team legale di Agorà  Digitale dopo la sentenza della Corte Ue sui filtri anti-pirateria che l’associazione definisce “storica sui diritti digitali e i diritti civili di nuova generazione”. “La Corte ricorda ai tanti, che anche in Italia lo hanno negato negli ultimi mesi, che esiste una potenziale contrapposizione tra copyright e libertà  di espressione – aggiunge Scialdone – che necessità  di un appropriato e sapiente bilanciamento per evitare che la tutela del diritto d’autore si riveli novello strumento di censura”. (ANSA)