RAI: SEGRETARIATO SOCIALE, STUPISCE POLEMICA IACCHETTI SU AMREF

(AGI) – Roma, 28 nov. – “Stupisce la polemica di Enzo Iacchetti nei confronti della Rai su tematiche legate alle campagne sociali”. Lo ha dichiarato il direttore del Segretariato Sociale Rai, Carlo Romeo. “In particolare e’ antica – rileva Romeo – la collaborazione tra la Rai ed Amref con cui sono state realizzate straordinarie iniziative internazionali. Non a caso i vertici Amref erano ospiti lo scorso anno di Rai in occasione del ‘Millenum news’ e hanno avuto modo di riconoscere l’impegno della nostra azienda. Per quanto riguarda la trasmissione in oggetto ne’ Amref ne’ altra associazione onlus ha contattato il Segretariato Sociale per la relativa autorizzazione, che peraltro saremmo stati lieti – dice ancora Romeo – di concedere, cosi’ come e’ avvenuto in altre circostanze”. Il direttore precisa quindi “Ricordo che la Rai, per quanto riguarda il sociale, deve rispondere ad un regolamento specifico che e’ depositato in Commissione di Vigilanza”. Infine, da viale Mazzini la sottolineatura “per correttezza dell’informazione, il vertice aziendale non era minimamente al corrente dei temi trattati in trasmissione e non si e’ in nessun modo occupato della vicenda”. Tutto nasce dal cd “Acqua di Natale” che Iacchetti ha inciso duettando con grandi nomi della canzone italiana (Mina, Dalla, Baglioni, Nannini, per citarne alcuni) per finanziare con l’Amref la costruzione di una diga in Kenia. Iacchetti ne ha parlato durante la registrazione della puntata di Tv Talk che sarebbe poi andata in onda sabato scorso ma senza quella parte, e l’attore ha mosso critiche. La risposta del Segretariato Rai sembra ora riportare la vicenda su binari diversi, ovvero nessuna censura e’ stata operata nei confronti di Iacchetti ne’ tantomeno sul progetto benefico. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi