Rai/ Van Straten: Imvertire la rotta, o meglio tutti a casa

Servono azioni rapide su situazione finanziaria e di bilancio

Roma, 28 nov. (TMNews) – La Rai inverta rotta, in primis sul fronte dell’emergenza economica, o meglio che i vertici lascino prima della scadenza. Lo dice Giorgio Van Straten, consigliere di minoranza, alla stampa. “Decidiamo in fretta, o da qui a Natale ci meritiamo il panettone o meglio andare tutti a casa”, perché se non si affronta l’emergenza con il risanamento “è preferibile che Cda e Dg concludano anticipatamente il loro mandato” anche perché “se il quadro politico è mutato per il Governo troverei naturale che nella tv di Stato si seguisse un percorso più o meno analogo”. Per Van Straten con l’arrivo di Monti a Palazzo Chigi, “qualcosa è già  cambiato” perché in Rai “c’è una parte sana che sa reagire, e che con questo Governo la pressione politica si è allentata è certamente un fatto. Noi tutti allora dovremmo saper cogliere l’occasione per portare fuori dall’azienda il peggio della politica”. Il nodo, comunque, è economico, “quando parlo di decisioni rapide faccio riferimento anche alle questioni finanziarie e di bilancio. Occorrono interventi e azioni straordinarie” e servirebbe un Dg “che faccia proposte efficaci e, per esempio sulle nomine, professionalmente ineccepibili. Diversamente sarebbe meglio commissariare l’azienda, o comunque mettere Governo e Parlamento nelle condizioni di scegliere una nuova governance. Confido, però, che l’impegno del Presidente e del Cda ci permettano di affrontare i problemi dell’azienda e di dare un segnale di scolta. E che possa esserci anche un confronto positivo con il Governo Monti sui problemi che non possiamo affrontare da soli”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi