FACEBOOK: IPO DA 10 MILIARDI IN APRILE-GIUGNO,VALE 100 MLD

AZIENDA LAVORA A PROSPETTO PER SECONDO TRIMESTRE 2012

(ANSA) – NEW YORK, 29 NOV – Una maxi ipo da 10 miliardi di dollari fra aprile e giugno 2012. Facebook prepara lo sbarco in Borsa e potrebbe presentare – riporta il Wall Street Journal – entro la fine dell’anno i documenti alla Sec per avviare le procedure di quotazione. Una initial public offering da 10 miliardi di dollari valuterebbe Facebook 100 miliardi di dollari. Nessuna decisione definitiva è stata ancora presa sul valore finale della società  perché “molto dipenderà  dal mercato e dall’economia eruopea”. Il chief financial officer di Facebook, David Ebersman, sta trattando con i banchieri della Silicon valley, e nessuna decisione sarebbe stata ancora presa sulle banche che cureranno lo sbarco in Borsa. L’amministratore delegato della società , Mark Zuckerberg, si é più volte mostrato riluttante alla quotazione e ha mantenuto Facebook privata più a lungo di quanto gli analisti si attendessero. Zuckerberg, di recente, avrebbe però iniziato a caldeggiare l’idea dell’ipo, una delle più attese della storia. Nelle ultime settimane molti giganti del web sono sbarcati in Borsa, fra questi Groupon e Zynga, ma nessuno di loro è paragonabile a Facebook per dimensione e domanda degli investitori. La deludente performance dei titoli Groupon, scesi sotto i 20 dollari dell’ipo, potrebbe raffreddare gli investitori. Facebook dovrà  rendere pubbliche le proprie informazioni finanziarie entro aprile, data entro la quale supererà  la soglia dei 500 azionisti. La Sec impone alle società  con oltre 500 azionisti di comunicare pubblicamente le informazioni finanziarie.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)