TLC: KROES, SETTORE PRIVATO INVESTA IN NUOVE RETI

AUMENTO 10% BANDA LARGA DA’ MAGGIOR CRESCITA PIL FINO A +1,5%

(ANSA) – BRUXELLES, 28 NOV – L’incremento della banda larga e quindi delle reti in fibra ottica può essere una risposta alla disoccupazione e alla stagnazione della crescita in Europa. “Aumentare la penetrazione del 10% può corrispondere ad un aumento della crescita tra lo 0,9% e l’ 1,5%”. Lo ha affermato la Commissaria europea per l’Agenda digitale, Neelie Kroes, in un discorso tenuto ad una conferenza del settore durante il quale ha affermato che lo sviluppo delle reti di nuova generazione deve essere fatto dal settore privato. “Il nostro obiettivo è rassicurare i mercati che gli investimenti nelle nuove reti è redditizio a lungo termine” ha aggiunto la Commissaria. Per quanto riguarda i prezzi di accesso alle reti in rame, devono essere adeguatamente calibrati per non scoraggiare gli investimenti delle aziende sulla fibra ottica. “Se gli operatori si impegnano ad investire – ha affermato la Kroes – possono essere permessi più elevati prezzi all’ingrosso e al dettaglio per i servizi su reti di nuova generazione, ed anche per i prodotti offerti sulla rete in rame”. A proposito dei prezzi di roaming per le reti mobili, la Commissaria ha ricordato di aver presentato una proposta che punta a far abbassare i prezzi prevedendo una maggiore concorrenza. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci