AT&T: Fcc, deal T-Mobile Usa non porterà  a calo prezzi

NEW YORK (MF-DJ) – L’offerta di acquisizione da 39 miliardi di dollari proposta da AT&T Inc. per la divisione statunitense T-Mobile Usa di Deutsche Telekom diminuirebbe la concorrenza nel comparto wireless, condurrebbe all’aumento dei prezzi e comporterebbe la perdita di numerosi posti di lavoro. E’ quanto si legge sul rapporto di 109 pagine rilasciato dalla Federal Communications Commission che prevede il ritiro dell’offerta da parte di AT&T, ma che garantisce alla società  di ripresentare la propria domanda successivamente. AT&T ha spiegato di aver ritirato la sua domanda per concentrare i suoi sforzi sulla causa con il Dipartimento di Giustizia, che dovrebbe essere avviata a febbraio. “Lo staff ha concluso che dalla cessione sarebbe risultato un forte pericolo alla concorrenza, principalmente attraverso l’aumento dei prezzi per i consumatori, la riduzione degli incentivi per l’innovazione e la diminuzione della scelta per i clienti”, si legge sul rapporto della Fcc. AT&T si è opposta al rapporto, definendolo “problematico” e “improprio”. “Non ha alcun valore legale, il che solleva dubbi sull’intenzione della Fcc nel pubblicarlo”, ha commentato il gruppo. I fuzionari della Fcc hanno riposto invece che la pubblicazione del rapporto e’ avvenuta per garantire la trasparenza. Anche Deutsche Telekom ha definito la pubblicazione “senza alcuna base legittima”. Acquisendo T-Mobile, la 4° compagnia telefonica statunitense per numero di abbinati, AT&T eliminerebbe un concorrente che ha fatto pressione sui prezzi delle maggiori rivali. Dopo la fusione rimarrebbe, come unico competitor wireless solo Omaha, ha spiegato la Fcc. “Un concorrente regionale non può sostituire la concorrenza che si verrebbe a perdere nel caso in cui non ci fosse più T-Mobile”, si legge nel rapporto. L’agenzia ha inoltre smentito le dichiarazioni circa la creazione, a conseguenza della fusione, di 96.00 posti di lavoro. Anzi, “la transazione causerebbe una perdita netta di posti di lavoro”, spiega La Fcc.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci