Maurice Levy, numero uno di Publicis, rinuncia allo stipendio fisso

Condividi

(ANSA) – PARIGI, 30 NOV – Il francese Maurice Levy, numero uno di Publicis, il terzo gruppo pubblicitario mondiale, rinuncia al suo stipendio. A partire dal gennaio 2012, annuncia lo stesso Levy in un’intervista al quotidiano francese Le Monde, “non avrò più la remunerazione fissa”, ma solo quella variabile e i bonus legati alle performance del gruppo. “Avendo passato 40 anni in questa società  voglio ‘ipermeritare’ la mia retribuzione”, aggiunge Levy, 69 anni, che è stato riconfermato alla guida di Publicis per altri quattro anni.