Censis: crescono web e social network, ma l’Italia è lontana dagli standard europei

ROMA (MF-DJ)   – Nel 2011 l’utenza complessiva della televisione resta invariata al 97,4% della popolazione. L’utenza della tv digitale è aumentata di oltre 48 punti percentuali tra il 2009 e il 2011 arrivando al 76,4% della popolazione, a scapito della tv analogica (-27,1%), mentre la tv satellitare è stabile al 35,2% degli italiani. La web-tv aumenta l’utenza di 2,6 punti nell’ultimo biennio salendo al 17,8%, mentre la mobile tv è di nicchia (0,9%). E’ la fotografia che scatta il 45° Rapporto Censis sulla situazione sociale italiana, da cui emerge la crescita dei palinsesti ‘fai da te’, soprattutto fra i giovani. Inoltre, se l’ascolto della radio è stabile, si conferma il periodo di grave crisi della carta stampata: i quotidiani a pagamento (47,8% di utenza) perdono il 7% di lettori tra 2009 e 2011 (addirittura -19,2% rispetto al 2007), la free press cresce di poco (+1,8%) e resistono i periodici e le testate online. Per quanto riguarda l’uso del telefono cellulare, il Censis rileva una flessione (-5,5% tra 2009 e 2011), complice la crisi. Inoltre è in atto una migrazione dagli apparecchi basic (-8%) agli smartphone (+3,3%).

Cresce poi l’utenza del web, che nel 2011 supera la fatidica soglia del 50% della popolazione italiana (al 53,1%) con l’87,4% dei giovani e il 15,1% degli anziani. E’ boom dei social network: il 31% degli italiani è coinvolto, sono 16 milioni gli utenti di Facebook, 6 milioni utilizzano Skype (1,6 mln ogni giorno), 1,1 milioni è su Twitter. Tuttavia, per quanto riguarda la copertura Internet, l’Italia è molto lontana dagli obiettivi previsti dall’agenda europea: l’Adsl copre appena il 61% del territorio nazionale. Solo il Lazio (con una copertura del 75,9%), la Campania (72%), la Liguria (69,5%), la Puglia (62,6%) e la Sicilia (61,9%), superano tale soglia. L’Italia è al 21° posto in Ue per diffusione dell’accesso a Internet e per qualità  della connessione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)