Siria: nella lista delle sanzioni Ue anche il giornale privato Al Watan

Damasco, 2 dic. (TMNews) – Anche l’unico quotidiano politico privato siriano, Al Watan, una testata che ha condotto a lungo una campagna per il riavvicindamento della Siria all’Europa, è stato inserito nella nuova lista nera della Ue. Paradossalmente non sono stati sottoposti a sanzioni invece i tre quotidiani governativi Techrine, al-Baas e as-Saoura. Nella rivista ufficiale della Ue che pubblica oggi i dettagli delle sanzioni si afferma che “al Watan partecipa alle campagna di disinformazione e incita alla violenza contro i manifestanti”: creato nel novembre 2006 da tre uomini d’affari, al Watan ha sede nella zona franca di Damasco per evitare di essere sottomesso alle regole molto strette imposte dal regime di Damasco alla stampa siriana. Vi lavorano 52 giornalisti e altro personale per un totale di 120 persone. La misura ha lasciato interdetti anche alcuni diplomatici europei di stanza in Siria. Una fonte commenta, stupita: “era il solo giorale su cui vi fosse qualcosa da leggere

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo