Wikileaks/ Alta corte decide ricorso Assange contro estradizione

Oggi esaminata ammissibilità  dell’appello davanti a Corte Suprema

Londra, 5 dic. (TMNews) – Questa mattina l’Alta corte britannica esaminerà  il ricorso presentato dal fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, contro la sua estradizione in Svezia, dove è ricercato per una vicenda di violenza e molestie sessuali. Il futuro del giornalista australiano è nelle mani dei giudici John Thomas e Justice Ouseley che devono stabilire se la vicenda di Assange rientra tra i casi “di interesse pubblico generale” e può quindi essere discussa davanti alla Corte suprema. Il 2 novembre scorso, l’Alta Corte di Londra ha dato il via libero per l’estradizione di Assange in Svezia. Accusato di stupro da due donne svedesi, l’australiano, 40 anni, è stato arrestato nel dicembre scorso a Londra, in virtù di un mandato di cattura europeo spiccato da Stoccolma, prima di essere posto agli arresti domiciliari nella casa di un amico, a due ore dalla capitale britannica. L’arresto avvenne mentre WikiLeaks pubblicava migliaia di documenti diplomatici americani riservati; Assange, ha sempre negato le accuse, sostenendo che le due donne erano consenzienti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi