RAI: AL VIA IL 15 DICEMBRE LA MARATONA TELETHON 2011

GARIMBERTI E LEI, E’ SERVIZIO PUBBLICO CONTRIBUIRE A RICERCA

(ANSA) – ROMA, 12 DIC – Sarà  il Tg1 delle 20.00 ad ‘accendere’, giovedì 15 dicembre, il numeratore per la raccolta fondi della ventiduesima maratona Telethon 2011 a favore della ricerca contro la distrofia muscolare e le altre malattie genetiche. E’ un appuntamento tradizionale con il cuore del pubblico televisivo Rai che anche quest’anno mette a disposizione di Telethon le grandi risorse dell’azienda: non solo le tre reti, ma anche la radio, il multimediale e il web Rai. “Quando la Rai, ogni anno, si apre a Telethon dimostra veramente e senza dubbi di sorta a che cosa serve il Servizio Pubblico e perché sia un bene che va preservato nell’interesse di tutti – sottolinea il presidente Rai Paolo Garimberti -. Dare spazio alla ricerca scientifica, alla solidarietà , alla battaglia contro le malattie genetiche più difficili da individuare e combattere significa contribuire alla ricerca di un futuro migliore per l’umanità  intera”. “Telethon ogni anno ricrea un’occasione importante per ricordare, per pensare, per migliorare e aiutare chi ha davvero bisogno di noi”, aggiunge il direttore generale Rai Lorenza Lei. Il presidente di Telethon dal 2009, Luca Cordero di Montezemolo, è “orgoglioso di raccogliere l’eredità  di Susanna Agnelli. Appena entrato a far parte di questa organizzazione mi sono subito reso conto di quanto sia solida, coesa ed efficiente”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi