Casini: ‘Ballarò’ e ‘Porta a porta’ hanno mortificato la politica

Non ci vado più, non ho più bisogno di visibilità 

Roma, 12 dic. (TMNews) – Il pensiero di Pier Ferdinando Casini sui talk show televisivi non è una novità . “Un pollaio”, li considera il leader Udc che dallo scorso settembre ha deciso di disertare trasmissioni come ‘Porta a Porta’ o ‘Ballarò’ dove pure per anni è stato ospite praticamente fisso. Ma oggi, l’ex presidente della Camera, ha colto l’occasione di un convegno all’Università  La Sapienza di Roma, per ribadire il concetto davanti agli studenti di Comunicazione e agli attori Pierfrancesco Favino e Francesca Inaudi chiamati anche loro a parlare delle ‘Parole che mancano alla politica’. In realtà , spiega Casini, “alla politica mancano i fatti. Quando ci sono i fatti la comunicazione è secondaria. In questi anni invece la politica non ne ha prodotto quindi ha contato tanto l’aspetto comunicativo”. Per questa ragione e per fame di “visibilità ” si è sviluppato, secondo il leader Udc, un certo modello di talk show televisivi: “Il tema della visibilità  è stato esiziale per la politica. Pur di avere visibilità  il politico si presta alla mortificazione di se stesso. I talk show, infatti, sono costruiti per rendere ridicolo il politico: stimo Floris e Vespa, il primo ha imposto una trasmissione di successo come Ballarò. Il secondo lo si può amare o odiare ma non parla mai a sproposito”. Tuttavia, racconta, “entrambi sono offesi con me perché non partecipo più alle loro trasmissioni”. Secondo Casini certe trasmissioni “fanno il proprio gioco che è un gioco contro i politici. Se vuoi essere ascoltato devi urlare, diventi una pedina di un gioco più grande di te. Questo ha mortificato la politica”. “Io non ne ho più bisogno – osserva Casini – non ho più bisogno di visibilità , faccio politica da trent’anni. Quindi mi sottraggo a certi talk show”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi