da caposervizio di ‘Vero’, ‘Stop’ e ‘Top’ a direttore di ‘Stop’ e ‘Vero Cucina’

“La mia è la carriera di un giornalista moderno, con tanta gavetta alle spalle e nessun master”: Daniele Urso sintetizza così la sua storia professionale che lo ha portato a dirigere dal 12 ottobre a soli 35 anni il settimanale Stop e il mensile Vero Cucina della Guido Veneziani Editore.
Milanese, dopo il liceo classico Urso si è laureato nel 2003 in scienze politiche con indirizzo storico, politico e internazionale all’università  Statale di Milano. Al giornalismo si è avvicinato durante gli anni universitari collaborando con un service che produceva contenuti per alcune televisioni estere occupandosi principalmente di moda e sfilate. Dopo la laurea, tra il 2003 e il 2004, lavora per otto mesi come autore di Alice, web tv nel bouquet di Sky. Nel 2005 è a Telenova per uno stage di sei mesi dove confeziona i servizi di cronaca per il telegiornale, dalle interviste al montaggio dei pezzi.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 423 – dicembre 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Battaglia continua sulle rassegne stampa. Consiglio di Stato respinge ricorso urgenza Eco della stampa

Battaglia continua sulle rassegne stampa. Consiglio di Stato respinge ricorso urgenza Eco della stampa

Conflitto di interessi, la proposta di legge: “Stop ai direttori dei giornali in Parlamento”

Conflitto di interessi, la proposta di legge: “Stop ai direttori dei giornali in Parlamento”