UNGHERIA: ALTA CORTE ABROGA IN PARTE LA LEGGE SUI MEDIA

(ANSA) – BUDAPEST, 20 DIC – E’ in parte anticostituzionale la controversa legge sui media in Ungheria: lo ha deciso la Corte Costituzionale abrogandone alcuni articoli. La legge era stata oggetto di una contestazione internazionale un anno fa, causando polemiche fra il premier ungherese Viktor Orban e le istituzioni europee. In particolare, la Corte ha bocciato l’articolo che obbligava i giornalisti a rivelare le fonti in alcuni casi, e ha giudicato contrario alla costituzione alcune forme di controllo sui contenuti. La Corte ha contestato anche il ruolo del garante per i media, come è stato impostato nella legge. Il Parlamento ha tempo entro il 31 maggio 2012 per correggere gli articoli abrogati. (ANSA

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo