FRANCIA: HUFFINGTON POST;ANNE SINCLAIR,SONO UNA DONNA LIBERA

(ANSA) – PARIGI, 18 GEN – “Non sono una santa, non sono una vittima, sono una donna libera”: la giornalista francese Anne Sinclair si confida al settimanale Elle per la prima volta dopo lo scandalo che ha investito il marito, Dominique Strauss-Kahn, l’ex direttore del Fondo Monetario internazionale accusato di stupro a New York. Sinclair, 63 anni, prenderà  lunedì le redini del nuovo Huffington Post, versione francese del noto sito d’informazione americano. La giornalista non nasconde una certa emozione: “Sono molto felice di riprendere il mio lavoro, nell’euforia di partecipare a un progetto nuovo. Credo di poter ancora dare molto a questo lavoro”, ha detto a Elle, che anticipa oggi sul suo sito internet l’intervista del numero di domani. Anne Sinclair ritorna anche sullo scandalo del Sofitel, che ha bruscamente interrotto la carriera politica del marito, al quale non ha mai negato il suo appoggio: “Il sostegno incondizionato non esiste. Nessuno sa che cosa succede nell’ intimità  delle coppie e nessuno ha diritto di giudicarmi. Mi sento libera nei miei giudizi e nelle mie azioni, decido della mia vita in piena indipendenza”, ha aggiunto. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando