TV: MIMUN, MURDOCH COLONIZZA PIANETA, ALTRO CHE BERLUSCONI

LA7 SENZA IL BERSAGLIO BERLUSCONI HA PERSO IL SUO CORE BUSINESS

(ANSA) – ROMA, 2 FEB – “Hanno fatto il diavolo a quattro contro il Berlusconi televisivo dicendo che colonizzava culturalmente l’Italia. Murdoch colonizza, e sul serio, l’intero pianeta e in Gran Bretagna i suoi giornalisti, le inchieste lo confermano, hanno un rapporto complicato con l’etica e la privacy, ma alla sinistra va bene così”. Lo dice, in una intervista pubblicata sul numero di febbraio del mensile free press Pocket, il direttore del Tg5 Clemente Mimun. “Sky è vissuta come una tv che sostiene il centrosinistra e allora va tutto bene”, prosegue Mimun che parla anche dell’uscita del collega Augusto Minzolini dal Tg1. “Quella tra la Rai e Minzolini – sostiene – è una querelle politica iniziata il primo giorno della direzione di Augusto, la giustizia farà  il suo corso, ma per come lo conosco credo nella sua buona fede”. In merito a Michele Santoro, Mimun sostiene che “é bravo, ha aperto una strada nuova, ma francamente mi annoia da diversi anni”. “Giuliano Ferrara mi piace molto e lo seguo – aggiunge – il giornalista -. In generale penso che Travaglio, di cui non condivido nulla, sia un giornalista in gamba, sicuramente molto bravo a far fruttare, anche economicamente, il suo antiberlusconismo”. Mimun parla anche di Enrico Mentana: “La7 si è tarata molto come rete contro il centrodestra e con chiara antipatia verso Berlusconi. Senza bersaglio viene meno il loro core business. Mentana troverà  il modo per fare buoni ascolti. Ma mi chiedo cosa faranno gli altri protagonisti della rete”. (A

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi