CENTRO DIGITALE STUDIERA’ RAPPORTO TRA RELIGIONI E SOCIETA’

Condividi

NASCERA’ A FIRENZE; PARTICOLARE ATTENZIONE A DISABILE

(ANSA) – FIRENZE, 8 FEB – Raccogliere e organizzare, per renderlo organicamente fruibile e comparabile, quanto c’é sul web (libri, ricerche, documenti, opinioni, materiali e altri strumenti) che consentano di esplorare l’evolversi dei processi interculturali e le trasformazioni nel rapporto fra le confessioni religiose e la società . Questo l’obiettivo del Centro di Documentazione Digitale che nascerà  a Spazio Reale, nella parrocchia di San Donnino a Firenze, guidata da don Giovanni Momigli. Una vera e propria biblioteca senza carta, con l’uso esclusivo delle nuove tecnologie, consultabile on line, con attenzione alla disabilità . In particolare, attraverso la raccolta di materiale digitale specialistico proveniente dai vari paesi del mondo, il Centro vuole verificare le trasformazioni delle religioni nell’era della globalizzazione sia sul piano della loro presenza geografica in rapporto al numero degli aderenti (ad esempio, secondo alcuni studi entro il 2050 i cristiani euroamericani saranno attorno al 27% del totale dei cristiani nel mondo), sia del modo di porsi e di abitare lo spazio pubblico, anche in conseguenza di queste trasformazioni. Il tutto anche attraverso motore di ricerca “semantico. Per quanto riguarda l’accesso per i disabili il Centro di Documentazione a cui ieri aveva accennato anche l’arcivescovo di Firenze, monsignor Giuseppe Betori, auspicando “una fattiva collaborazione”, prevede l’attivazione di modalità  interattive, supporti digitali ICT, hardware e software per rispondere alle esigenze di alcune tra le più frequenti disabilità , come la dislessia e vari disturbi dell’apprendimento. (ANSA).