Telecom: Bernabe’, governo sta rimettendo tlc al centro pr sviluppo

Condividi

(ASCA) – Roma, 8 feb – ”L’Italia sconta un ”ritardo digitale” rispetto agli altri Paesi europei in diversi settori economici e sociali; ritardo che occorre colmare il piu’ rapidamente possibile per dare un futuro migliore al nostro Paese”. E’ quanto ha affermato il presidente Telecom Franco Bernabe’ nell’audizione alla Commissione trasporti della Camera indicando la necessita’ di ”sforzi coordinati a livello di iniziativa privata e intervento pubblico ai diversi livelli e, in effetti, le recenti iniziative del Governo stanno andando nella giusta direzione, in quanto le telecomunicazioni stanno riacquistando un ruolo centrale nelle politiche di sviluppo”. Bernabe’ ha osservato che l’obiettivo di eliminazione del digital divide ”potra’ essere raggiunto qualora vengano tempestivamente adottate le opportune iniziative di sostegno pubblico” e gli obiettivi dell’agenda digitale 2020 di infrastrutturazione a banda ultralarga, fissa e mobile, ”possono essere conseguiti in gran parte attraverso i piani di investimento degli operatori privati”. Al riguardo, ha aggiunto Bernabe’, ”resta fondamentale l’attuazione di efficaci politiche di promozione della domanda di servizi digitali, nonche’ l’adozione dei necessari adeguamenti della normativa”. Infine ”iniziative di coinvestimento e di partnership pubblico privato sono auspicabili purche’ siano market driven e assicurino redditivita’ agli investitori”.