Editoria: mercoledì al Senato ‘il valore e il ruolo della carta oggi’

Condividi
(ASCA) – Roma, 13 feb – Mercoledi’ prossimo, 15 febbraio alle ore 10,30, a Roma, presso la Sala Capitolare del Senato (Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva), si terra’ l’annuale conferenza – stampa della Filiera Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione. ”La carta al tempo di internet: ri/conciliare valori e conoscenza”. Una Filiera la cui importanza – si legge in un comunicato – emerge non solo dai suoi macroaggregati (36,4 miliardi di euro di fatturato e circa 800 mila addetti tra occupazione diretta e indotta), ma anche da alcune componenti, come le imprese editoriali, che assolvono una funzione insostituibile di tutela di interessi e diritti costituzionalmente rilevanti quali il diritto di informare e di essere informati. Otto le Associazioni industriali promotrici – Acimga, Aie, Anes, Argi, Asig, Assocarta, Assografici e Fieg – che con tale iniziativa intendono richiamare l’attenzione sui problemi e sulle difficolta’ del settore e sull’esigenza di idonee misure di politica industriale, necessarie per superare una crisi economica e produttiva che si iscrive in quella piu’ ampia del Paese. Obiettivo della Conferenza e’ quello di ribadire la perdurante validita’ della carta – e in particolare di quella stampata – e, contemporaneamente, sottolineare l’esigenza di modernizzazione e di cambiamento che il web e le tecnologie digitali impongono a tutte le componenti della Filiera. A introdurre i lavori sara’ il Presidente del Senato, Renato Schifani, che rivolgera’ un indirizzo di saluto ai partecipanti. Seguira’ la relazione di Alessandro Nova dell’Universita’ Bocconi che fornira’ un’analisi quantitativa della Filiera e dei comparti in cui e’ articolata e del valore che rappresenta nella societa’ italiana sotto il profilo economico e sociale. Dopo la presentazione di Nova si sviluppera’ un dibattito sul tema della Conferenza al quale prenderanno parte Giulio Anselmi, Presidente della Fieg – che agira’ anche da moderatore – Vincenzo Boccia, Vicepresidente di Confindustria, e Derrick De Kerckhove, Direttore scientifico dell’Osservatorio TuttiMedia e di Media Duemila.