INTERNET: IN PIAZZA IN TUTTA EUROPA PER DIRE NO AD ACTA

Condividi

DECINE MIGLIAIA PER LIBERTA’RETE E NO ACCORDO ANTICONTRAFFAZIONE

(ANSA-AFP-REUTERS) – BERLINO, 11 FEB – A decine di migliaia sono scesi in piazza oggi in tutta Europa, sfidando anche neve e temperature rigide, per la libertà  in rete, cioé contro l’accordo internazionale contro la contraffazione su Internet (Acta), denunciata come attentato alla libertà  di espressione. Le manifestazioni più massicce si sono tenute in Germania, dove il termometro ha segnato anche 20 gradi sottozero, con 16.000 persone a Monaco e almeno 10.000 a Berlino, ma anche ad Amburgo, Dortmund e Francoforte. In Germania, Paese che ha deciso di sospendere temporaneamente la ratifica dell’accordo in attesa di prendere una decisione, la protesta è stata convocata dal Partito libertario dei Pirati, che siede nel consiglio del Land di Berlino. Molti i manifestanti giovani e molti quelli che indossavano la maschera ghignante, divenuta icona del movimento dei cyberattivisti e anche degli hacker, di Guy Faukes, il cospiratore cattolico inglese che nel 1605 progettò di far saltare in aria re Giacomo I Stuart (nota come Cospirazione delle polveri). Fuori dalla Germania, diverse migliaia i manifestanti a Vienna (6.000) e a Sofia (3.000), centinaia anche anche a Graz, a Budapest, in diverse città  della Romania, nella capitale della Lituania, Vilnius, a Bruxelles. L’accordo Acta (Anti-Counterfeiting Trade Agreement), negoziato e firmato a fine gennaio tra Ue, Usa, Giappone, Canada, Nuova Zelanda, Australia, Singapore, Corea del Sud e altri per un totale di 22 Paesi, ha l’obiettivo di combattere la contraffazione in senso largo, dai medicinali a merci di vario genere fino agli addebiti illegali su internet. (ANSA).