SANREMO: MAZZI, 3 ANNI PRIMA CHE MANAGER CAPISCANO TAGLI COMPENSI

Condividi

(AGI) – Sanremo, 13 feb. – Ci vorranno almeno tre anni prima che i manager degli artisti stranieri di grande richiamo si rendano finalmente conto che in casa Rai le cose sono cambiate in fatto di compensi. Lo ha detto Gianmarco Mazzi, direttore artistico del Festival di Sanremo, a proposito della non presenza di superospiti d’oltreoceano in questa 62ma edizione della rassegna. “I manager che hanno rapporti professionali con questi artisti sono abituati alle cifre del passato e ci vorranno alcuni anni prima che cambi il loro modo di operare”. Il direttore artistico del Festival ha aggiunto “abbiamo provato a inseguire tutti, posso dirvi quali siano i loro impegni in questo arco di tempo…”. Poi ha spiegato che “oggi ci sono Paesi emergenti, i cosiddetti BRIC, che hanno denaro a volonta’ e offrono anche un milione e mezzo di dollari per performance anche private. Gli artisti, e i loro manager, hanno parametri che l’Italia non puo’ sostenere”. (AGI)