Tlc: Gfk, nel 2011 vendite smartphone in Europa +67%

Condividi

(ASCA) – Roma, 13 feb – Nonostante la flessione generalizzata di molti mercati legati alla tecnologia di consumo, la domanda di telefonia mobile e’ cresciuta ancora in Europa nel 2011, principalmente a seguito della crescente popolarita’ degli smartphone. Secondo i dati recentemente diffusi da GfK Retail and Technology, societa’ leader nel settore delle ricerche di mercato sui beni durevoli, lo scorso anno i consumatori europei hanno acquistato 258 milioni di telefoni cellulari, con una crescita del 3,2% rispetto al 2010. Questo andamento e’ da attribuire principalmente ad uno dei segmenti di mercato della telefonia mobile: quello degli smartphone, le cui vendite sono incrementate del 67%. Nel 2010, gli smartphone costituivano solo il 22% del mercato complessivo della telefonia mobile, in costante crescita, fino a raggiungere nel 2011 la quota del 36%. Questa percentuale e’ ulteriormente aumentata nel mese di dicembre 2011, arrivando a toccare 45%. Cio’ significa che in Europa, nel periodo natalizio, quasi un telefono ogni due venduti era uno smartphone. In tutti i 25 Paesi europei dove il Panel GfK telefonia mobile e’ operativo, il mercato ha registrato vendite in crescita a due cifre, con percentuali variabili tra il 35% del Regno Unito e il 105% dei paesi dell’Europa Orientale e dell’Asia quali Kazakhistan, Russia, Turchia e Ucraina. In Europa i primi cinque paesi piu’ importanti in termini di unita’ vendute raggiungono una quota complessiva del 33%. Il Regno Unito, con una quota a volume superiore al 17%, rappresenta nel 2011 per gli smartphone il mercato piu’ importante in Europa, seguito da Germania, Austria e Svizzera, che complessivamente sviluppano un altro 16% a volume. Il prezzo medio di un telefono cellulare in Europa, secondo quanto rilevato dal panel GfK, tra il 2010 e il 2011 e’ cresciuto dell’8%, attestandosi a 200 euro. Le previsioni diffuse da GfK indicano che le vendite di smartphone arriveranno a rappresentare nel 2012 oltre il 22% delle vendite del settore degli apparecchi digitali, che include telefonia mobile, televisori a schermo piatto, computer, fotocamere digitali, PC, tablet e periferiche per l’ufficio, pari ad una crescita di 4 punti percentuali rispetto al dato del 2011.