INTERNET: NASCE GOLDWORLD, LA WEBZINE PER GLI UNDER 35

REDAZIONE DIVENTA ‘CREW’, FONDATORE E’ RAGAZZO ITALO-IRACHENO

(di Titti Santamato) (ANSA) – ROMA, 13 FEB – “La maggior parte dei siti che io e i miei amici usiamo ogni giorno per tenerci informati, per quanto aggiornati e accurati possano essere, sono prodotti da giornalisti che hanno una sensibilità  e interessi molto diversi da quelli della nostra generazione”: parola di Omar Rashid, italo-iracheno di 33 anni, fondatore del neonato Goldworld, il magazine online dedicato agli under 35 “che prediligono i media digitali e amano condividere e interagire”. La redazione di Goldworld.it si chiama ‘crew’ come nel linguaggio hip-hop, è composta da un folto gruppo di collaboratori sparsi per il mondo la cui età  media non supera i 30 anni: hanno campo libero non solo nella scelta dei contenuti da proporre ma anche nel linguaggio da utilizzare. Ci sono giovani giornalisti, blogger, dj, web designer, videomaker, grafici, artisti. “Macché bamboccioni: Fate largo alla Generation Brand!”: chiarisce subito il titolo di una delle cover stories. Il progetto ha l’ambizione di affrontare l’attualità  politica e sociale, con testimonianze, analisi e opinioni personali. Ma si occupa anche di innovazione tecnologica, moda e graphic novel, design e multimedia, scienza e fantascienza, nuovi sport e viaggi fuori dagli schemi (per queste ultime due categorie vengono usati i termini ‘Active’ e ‘Trips’, decisamente meno convenzionali). Il sito vanta anche una collaborazione con Elio e le Storie Tese. Omar Rashid, il fondatore della webzine, vive a Firenze. Nel 2004 ha messo in piedi Gold una linea di ‘streetwear’, un tipo di abbigliamento che si sposa con la filosofia della cultura della strada, che ha poi trasformato in Goldworld, un contenitore non solo destinato ma anche scritto dalla nuova generazione. Quella che il New York Times ha definito ‘Generation Sell’: non ha eroi, utopie o grandi ideali rispetto ai ragazzi del passato ma l’unica cosa in cui crede è la promozione di se stessa. Loro sono il ‘brand’. Goldworld.it ha una veste grafica intrigante, un range di visite in continua crescita (attualmente intorno ai 60.000 visitatori unici mensili). Il ruolo coordinatore è stato offerto a Luca Neri, giornalista di lungo corso con base a New York, l’unico over 35 nel team della testata, che spiega così la mission del progetto: “Siamo decisi ad operare fuori dagli schemi dei media tradizionali, ovvero senza lunghezze, formati editoriali e stili di linguaggio predeterminati. Vogliamo ottenere un mix di contributi molto più libero e sperimentale”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti