India/ Ministro smentisce volontà  governo di censurare internet

Condividi

Facebook e Google costrette a rimuovere pagine “offensive”

Bombay, 14 feb. (TMNews) – L’India non intende censurare i network sociali come Facebook o Google, si è difeso il ministro delle telecomunicazioni, a conclusione di una polemica sulla richiesta da parte del governo indiano di rimuovere da internet pagine con contenuti a carattere offensivo, in particolare da un punto di vista religioso. “Lo voglio dire una volta per tutte e molto chiaramente: nessun governo in India censurerà  mai le reti sociali”, ha dichiarato il ministro, Kapil Sibal, nel corso di una riunione sulle tecnologie avanzate a Bombay. Dopo la sentenza di un tribunale indiano, che aveva minacciato di oscurarle, le versioni indiane di Google e Facebook hanno rimosso alcuni giorni fa i contenuti di alcune pagine considerati “offensivi” per motivi etnici e religiosi.