CELENTANO: VICARI “BENE LEI SU MARANO MA RAI NON PUO’ ESSERE HYDE PARK”

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – “Dopo aver visto Celentano viene voglia di dire: usiamo meglio i soldi del canone. Per questo e’ comprensibile la decisione del direttore generale Lei di inviare Marano a Sanremo, anche se non si risolvono i problemi mandando ‘commissari in missione'”. Lo ha dichiarato la senatrice del Pdl Simona Vicari, componente dell’Ufficio di presidenza del Senato che aggiunge: “Era evidente che dopo la sconcertante esibizione di Adriano Celentano non si potesse far finta di nulla. Il festival di Sanremo dovrebbe essere l’occasione per dare spazio alla musica, all’allegria ed allo svago e non certo un pulpito per improvvisati telepredicatori. Diffondere immagini forti, chiedere la chiusura di giornali e parlare attraverso slogan populistici non appartiene alla mission della Rai. Dopo Santoro ci troviamo ancora di fronte al problema dell’utilizzo distorto della televisione e dei messaggi diffusi. Non e’ possibile gestire il piccolo schermo come se fosse ‘Hyde Park’. Sarebbe il caso che la Commissione di Vigilanza sulla Rai convocasse i vertici di Rai Uno affinche’ non solo per chiarire la spiacevole partecipazione di Celentano, ma per evitare che in futuro altri telepredicatori utilizzino altri palchi per lanciare discutibili messaggi”.

(ITALPRESS).