SANREMO: VERRO “BENE DG E ‘COMMISSARIAMENTO’ FESTIVAL”

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – “Gli ascolti non possono essere l’unico principio su cui valutare i programmi del servizio pubblico. Quando cio’ accade, come in questo Festival di Sanremo, la RAI abdica al suo ruolo di editore”. Lo ha detto il consigliere Rai Antonio Verro che aggiunge: “Trasformare il palco dell’Ariston in una privilegiata vetrina promozionale o in un pulpito per grandi ospiti come Celentano e altri cabarettisti, converte il Festival della Canzone Italiana in una sorta di reality show in cui si aspetta l’attacco inaspettato e violento o la battuta polemica e volgare. Chiedere la chiusura di un giornale e’ contro la Costituzione, cosi’ come dare del deficiente ad un noto critico televisivo e’ un reato: chi paghera’ nel caso qualcuno richieda di essere risarcito? La Direzione di Rete e la Direzione artistica di questo Festival mi sembrano piu’ intente a cercare un successo facile sulla scia di brutte polemiche che a festeggiare la musica italiana. Bene ha fatto il Direttore Generale della Rai, dopo anni di gestioni superficiali, a “commissariare” il Festival e ad affidarne la responsabilita’ al Vice Direttore Generale Marano”.

(ITALPRESS).