SANREMO: GORLA, RAI E MILIONI TELESPETTATORI TRADITI DA CELENTANO

Condividi

(AGI) – Sanremo, 15 feb. – L’aspettativa della Rai, ma prima ancora quella di milioni di telespettatori italiani che si aspettavano di assistere alla tradizionale gara di canzoni della musica italiana, “e’ stata tradita” ieri sera sul palco dell’Ariston, “soprattutto per l’inqualificabile prestazione di Adriano Celentano e l’inaccettabile sequela di volgarita’”. Lo dichiara Alessio Gorla, componente del Cda Rai, che parla di ” brutta pagina” dell’azienda, “e un po’ me ne vergogno”. Gorla parla di “passerella di artisti, compreso Celentano, impegnati solo a dire volgarita’ o ad insultare persone e istituzioni. E’ stato mancato di rispetto a tutti i cantanti invitati a proporre le loro canzoni, relegati invece in secondo piano come se fossero degli intrusi capitati per caso in un programma di altro genere”. Inoltre “e’ stato stravolto il piano di emissione degli spot commerciali, venendo meno agli impegni presi con gli investitori e contravvenendo alle regole che disciplinano questi interventi. E’ stata data una pessima immagine internazionale della Rai, sia con l’emissione in Eurovisione e sia con la diretta proposta da Rai Italia in tutto il mondo”. Come consigliere “mi dissocio da tutto questo e non solo me ne scuso con tutti i telespettatori, ma sono certo che nel prossimo Cda il problema del Festival di Sanremo sara’ oggetto di un opportuno approfondimento”. (AGI)