Sanremo: PT, situazione incresciosa. Passera riferisca in Parlamento

Condividi

(ASCA) – Roma, 16 feb – ”Alla luce di quanto accade alla Rai riteniamo sia giunto il momento di interrogarsi su come vengono spesi i soldi dei contribuenti italiani, chiamati ogni anno a versare piu’ di cento euro per il servizio pubblico radiotelevisivo. Chiederemo che il Ministro Passera riferisca alla Camera su quanto accade”. E’ quanto scrivono in una nota Roberto Marmo, Vincenzo Taddei e Maria Elena Stasi, deputati di Popolo e Territorio. ”Non e’ tollerabile – si legge – che siano stati spesi centinaia di migliaia di euro dei cittadini italiani per pagare un artista senz’altro rispettabilissimo che pero’ l’altra sera, senza che vi fosse alcun contraddittorio, ha insultato migliaia di sacerdoti, importanti testate giornalistiche italiane, giungendo persino ad esprimere giudizi tranchant sull’operato della Corte Costituzionale”. ”A quanto e’ dato sapere – sottolineano i parlamentari – , il cachet di questo signore e’ di qualche centinaia di migliaia di euro. E’ evidente che tutto cio’ non e’ piu’ sostenibile, non solo perche’ gli italiani sono chiamati a fare sacrifici enormi per risollevare il Paese dalla difficile congiuntura economica determinata dalla crisi, ma soprattutto perche’ e’ semplicemente ingiusto che i soldi dei cittadini vengano sperperati per consentire a chicchessia di insultare chi gli e’ antipatico, per giunta senza essere minimamente disturbato o contraddetto”. ”Chiediamo al Ministro Passera – chiude la nota – di riferire prontamente in aula su quanto accaduto e su quali provvedimenti l’Esecutivo intende adottare”.