TLC: VODAFONE, PIANO TELECOM RI-MONOPOLIZZA RETE FISSA

Condividi

(ANSA) – ROMA, 15 FEB – “Abbiamo appreso del nuovo piano di Telecom Italia. Se fosse confermato, sarebbe un grande passo indietro: non è più rete di nuova generazione in fibra, bensì di vecchia generazione in rame, che ha moltissime limitazioni e accelererebbe ulteriormente la rimonopolizzazione del mercato della telefonia fissa. Un simile piano lascerebbe il Paese indietro e farebbe fare un ulteriore passo indietro alla concorrenza”. E’ questo il commento al nuovo piano di sviluppo della rete fissa che l’ad di Vodafone Italia, Paolo Bertoluzzo, ha rilasciato a margine dell’audizione sulle reti di nuova generazione davanti alla Commissione trasporti della Camera. La concorrenza sulla rete fissa per Vodafone è un punto cardine: “Il mercato della telefonia fissa – ha spiegato l’ad – é un business in perdita per assetto delle regole e del mercato: zero marginalità  per gli operatori alternativi. Il 100% della generazione di cassa va a Telecom che mantiene il monopolio dell’accesso. Per questo auspichiamo che il Governo metta al centro del programma di liberalizzazioni anche la telefonia fissa”. Bertoluzzo ha messo poi tre caveat per lo sviluppo della nuova rete: “che le istituzioni mantengano l’ambizione di portare la fibra fino alla casa dei cittadini; che l’Autorità  vigili con regole a tutela della concorrenza e, infine, se ci sono soldi pubblici, come il Piano EuroSud per l’Agenda Digitale, devono andare a un progetto aperto alla competizione”. La soluzione, per Vodafone, è quella “di un veicolo societario per realizzare una infrastruttura in grado di modernizzare il Paese: Metroweb ha la natura che serve e può essere il punto di partenza se c’é un progetto per andare oltre Milano”. (ANSA).