Tv: Consiglio d’Europa, servizio pubblico sia indipendente da politica

Condividi

(ASCA) – Strasburgo, 16 feb – Rafforzare l’indipendenza editoriale e operativa della comunicazione pubblica. E’ quanto sollecita il Consiglio d’Europa in una raccomandazione. Il Comitato dei Ministri, infatti, ha adottato oggi un provvedimento che invita i 47 Paesi europei a modernizzare la gestione dell’emittenza pubblica e adeguarla a una comunicazione moderna in cui il rapporto col pubblico sia basato sulla trasparenza e il dialogo. ”Ecco perche’ – secondo la raccomandazione – alcuni Paesi debbono completare la trasformazione delle emittenti di Stato, quindi non piu’ controllati dalla politica, in veri e propri media di servizio pubblico”. La raccomandazione contiene suggerimenti che facilitino l’adeguamento: cioe’ gestione efficace e responsabile, rigida applicazione della deontologia professionale, indipendenza e trasparenza assoluta. Il Consiglio d’Europa – che nel 2011 siglo’ un protocollo di collaborazione con l’Unione europea delle radio e televisioni – auspica che ”il servizio pubblico della comunicazione sia gestito con la stessa dinamica di qualsiasi media commerciale”.