SANREMO: MARANO, LINGUAGGIO CELENTANO NON DA SERVIZIO PUBBLICO

Condividi

(AGI) – Sanremo, 16 feb. – “I termini del linguaggio di Celentano non sono da considerare da servizio pubblico”. Lo ha detto Antonio Marano, vice direttore generale della Rai responsabile per l’offerta, inviato a Sanremo dal direttore generale Lorenza Lei per coordinare il lavoro al Festival alla luce della situazione creatasi martedi’ sera dopo la perfomance di Celentano all’Ariston. Marano ha tenuto una conferenza stampa con il direttore di Rai1 Mauro Mazza. “Sono comunque convinto – ha poi aggiunto a margine – che Celentano sapra’ recuperare, se tornera’ sul palco, e ridare serenita’ al Festival”. Nel corso della conferenza Marano ha detto anche che quello fatto da Celentano martedi’ sera si potrebbe definire un intervento “eccessivo, ma potrei anche dire fuori ruolo, oppure non nel contesto”, aggiungendo che “se uno lo fa durante un talk politico o di approfondimento, dove c’e’ un confronto, anche se non e’ giustificato, e’ un conto. Il problema e’ se” lo fa “a Sanremo, dove si costruisce un programma che prevede ascolti anche di 15-16 milioni di persone; con tutto il rispetto ci devi venire con la cautela che si ha quando si pattina. E qui non e’ un problema di liberta’. Il problema invece era a monte, di un certo genere. Solo che appena uno pone un problema, subito si e’ parlato di censura Rai, come ho letto in queste settimane…ma non e’ cosi'”. (AGI)