Sanremo: Renzi, dalla Rai lacrime di coccodrillo su Celentano

Condividi

(ASCA) – Roma, 16 feb – Le ‘lacrime di coccodrillo’ della Rai dopo l’esibizione di Celentano a Sanremo sono ridicole. Cosi’ Matteo Renzi, sindaco di Firenze, che oggi e’ stato ospite del programma di Radio2 ‘Un Giorno da Pecora’. Cosa ne pensa di quanto fatto da Celentano a Sanremo? ”Celentano ha ottenuto il suo scopo: bloccare un paese per 48 ore a parlare di quello che ha detto lui. Da questo punto di vista, lui e’ tecnicamente un genio”. Quindi il molleggiato ha vinto la sua battaglia? ”Ha detto delle cose non condivise, ma tecnicamente ha ottenuto che l’Italia, da due giorni, non parli altro che di lui”. Chi si deve assumere la colpa della sua ‘performance’ sul palco dell’Ariston? ”La Rai sapeva, quando lo ha invitato, che lui non sarebbe andato li’ a cantare il ragazzo della via Gluck. Lui andava li’ a dire quel che gli pareva”. Quindi e’ la Rai a doversi assumere la responsabilita’ di quanto avvenuto? ”Chi e’ che ha chiamato Celentano? La Rai. Io trovo ridicolo che dopo averlo chiamato si faccia il pianto del coccodrillo…”, ha concluso Renzi.