Sanremo/ La notte dei tributi, trionfo Patti Smith e Brian May

Condividi

Duetti all’insegna della nostalgia per la grande canzone italiana
Sanremo (Im), 17 feb. (TMNews) – Ospiti internazionali, duetti all’insegna della nostalgia e tanta musica ieri sera per gli spettatori dell’Ariston: le grandi canzoni italiane diventate famose anche all’estero, interpretate insieme dai concorrenti e stelle straniere.
Dopo le polemiche dell’esordio, e la serata di eliminazioni di mercoledì, la terza puntata del Festival di Sanremo ha raggiunto forse il clou con l’esibizione di Brian May, il chitarrista fondatore dei Queen, che ha suonato la sua “We will rock you” e con Patti Smith, che ha duettato con Marlene Kunz in Impressioni di settembre: un altro dei picchi d’intensità  della serata, col pubblico del teatro sanremese tutto in piedi per l’ovazione alla leggendaria Patti Smith, che ha interpretato “Because the night”, pietra miliare del rock. La coppia Marlene Kuntz e Patti Smith hanno vinto il premio della Sala stampa,attribuito dalla votazione dei giornalisti accreditati al Festival.
Lo spettacolo si è aperto con il ritorno del conduttore Gianni Morandi nei panni del cantante. Nella serata dei tributi ai “grandi”, è stato suo il primo duetto seppur virtuale, con Frank Sinatra in “More”. Morandi ha poi intonato “Dio come ti amo” di Domenico Modugno e “Gli uomini non cambiano”, scritta da Giancarlo Bigazzi, scomparso di recente, e portata al successo da Mia Martini.