Kazakistan/ Comitato difesa giornalisti: Termini la repressione

Appello al presidente Nazarbaiev
Roma, 17 feb. (TMNews) – Il Comitato per la protezione dei giornalisti (Cpj) ha scritto una lettera aperta al presidente kazako Nursultan Nazarbaiev per chiedere che le autorità  del paese centro-asiatico pongano termine alla repressione dei giornalisti critici col suo regime. “Presidente Nazarbaiev, le chiediamo di esercitare la sua alta autorità  per garantire che il Knb (i servizi di sicurezza, ndr.) la smetta di reprimere la stampa indipendente e favordevole all’opposizione”, ha scritto Joel Simons, direttore esecutivo del Cpj. In particolare, la lettera s’incentra sulla vicenda di direttore del giornale Vzglyad, Igor Vinyavsky, arrestato dopo i fatti di Dzhanaozen di metà  dicembre, costati la vita a una quindicina di persone cadute sotto il fuoco della polizia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi