Iran/ Censurati siti web vicini al Presidente in vista del voto

Condividi

Sfida tra Ahmadinejad e Khamenei alle elezioni del 2 marzo
Roma, 17 feb. (TMNews) – Censura in azione contro i siti internet vicini al Presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad in vista delle prossime elezioni parlamentari di marzo, definite tra le più delicate nella storia della Repubblica islamica. Stando a quanto riportato oggi dal Guardian, negli ultimi giorni le autorità  responsabili dei controlli su internet, ritenute vicine alla Guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei, e alle Guardie rivoluzionarie, hanno bloccato l’accesso a diversi siti e blog che sostengono il Presidente e i suoi alleati. La censura è stata denunciata da Digarban, un sito web dell’opposizione che monitora le attività  dei conservatori nel regime. Si tratta dell’ultimo capitolo del braccio di ferro in atto da mesi tra Khamenei e Ahmadinejad, con molti collaboratori del Presidente arrestati e condannati con l’accusa di voler minare il regime islamico iraniano. E le prossime elezioni del 2 marzo offriranno al Presidente l’occasione per controbattere: l’opposizione ha infatti deciso di boicottare le urne, dove gli uomini di Ahmadinejad sfideranno così gli ultraconservatori, che oggi controllano il Parlamento. Alla luce di tali tensioni è stato lo stesso ministro dell’Intelligence iraniano, Heidar Moslehi, a definire il voto di marzo come “il più delicato” della storia della repubblica islamica, in un momento in cui il Paese è chiamato a fronteggiare il malcontento sociale per le difficoltà  economiche e un crescente isolamento internazionale.