LIBIA:GIORNALISTA ‘CON LA PISTOLA’, VOCI SU MORTE IN CARCERE

FAMIGLIA SMENTISCE, E’ IN PERICOLO, POTREBBE MORIRE

(ANSA) – ROMA, 19 FEB – La nota giornalista tv libica che lo scorso agosto si presentò in studio tenendo in mano una pistola e minacciando i ribelli anti Gheddafi sarebbe stata trovata morta in una prigione di Tripoli, secondo alcuni media. La notizia è stata però smentita dai suoi familiari interpellati dal sito Albawaba news. “Si trova in una situzione critica, la sua morte potrebbe avvenire da un momento all’altro”, hanno risposto. Fedelissima del rais, dopo la caduta del regime Hala Misrati era stata catturata e arrestata dai ribelli, ai quali poi aveva chiesto ufficialmente scusa. Nella sua ultima apparizione tv, lo scorso 30 dicembre, non aveva parlato e sul volto mostrava i segni di violenza. Secondo alcuni le era stata tagliata la lingua. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo