Sky allarga la piattaforma

Condividi

Sky Italia ha appena archiviato una trimestrale confortante: utile operativo a 6 milioni di dollari in chiusura del 2011, ricavi in aumento sia dal fronte degli abbonamenti sia da quello della pubblicità . In particolare, è stata superata di 30mila unità  la soglia simbolo dei 5 milioni di sottoscrizioni. Le attivazioni di nuovi utenti hanno fatto quindi da contrappeso positivo al ‘churn rate’, il tasso fisiologico di disdette.
La concorrenza di Mediaset Premium è sempre più tangibile e nella strategia della pay tv satellitare diventa sempre più importante, oltre che conquistare nuovi clienti, rinsaldare i rapporti con il proprio parco di abbonati. E se prima questo tipo di attenzione si traduceva soprattutto in una strategia volta a fornire nuovi canali, nell’era della frammentazione multimediale e di Internet, l’impegno è molto più largo e articolato. C’è un fronte dei contenuti, dei diritti e degli eventi; ma contano sempre di più anche le tecnologie messe in campo. Che sempre di più chiamano in causa, oltre alla qualità  delle trasmissioni, in alta definizione e in 3d e con audio dolby digital, anche la modalità  sempre più libera e flessibile di fruirne, nello spazio e nel tempo.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 425 – febbraio 2012