Rai: azienda, nessun licenziamento per gravidanza

Condividi

(ASCA) – Roma, 20 feb – ”Nessun licenziamento per gravidanza”. Lo precisa la Rai in una nota spiegando di ”essersi sempre scrupolosamente attenuta al rispetto delle norme a tutela della maternita’. Non esiste quindi alcuna clausola che possa consentire la risoluzione anticipata dei rapporti lavorativi del personale con contratto, anche a termine, di natura subordinata”. Quanto ai contratti di lavoro autonomo – ai quali come noto non si applica lo Statuto dei Lavoratori ne’ le relative tutele – la Rai precisa di ”non essersi mai sognata di interrompere unilateralmente contratti di collaborazione a causa di maternita’, a meno che questo non sia stato richiesto dalle collaboratrici interessate per ragioni attinenti allo stato di salute o alla loro sfera personale”. ”Ogni qualvolta si sia determinata l’esigenza di interrompere i contratti si ripete su richiesta delle collaboratrici Rai – conclude la nota – si e’ sempre adoperata per assicurare loro futuri impegni professionali al venir meno della ragione impeditiva pur senza aver alcun obbligo di legge al riguardo”.