RAI: SANGALLI (PD), GOVERNO RIFERISCA AL PARLAMENTO SU CANONE WEB

Condividi

(AGI) – Roma, 21 feb. – “Non e’ possibile e neppure saggio per le prospettive economiche del Paese esigere la riscossione di questo canone dalle aziende e per questo ho gia’ presentato un’interrogazione al governo”. Lo dichiara il senatore PD Gian Carlo Sangalli a proposito del canone speciale Rai richiesto alle imprese per computer e altri dispositivi informatici. “Si tratta – spiega Sangalli – di un atto non opportuno che presenta diversi interrogativi anche sul piano della legittimita’. Quel che e’ certo e’ che tale misura, se effettivamente portata avanti, danneggera’ una fetta consistente della realta’ imprenditoriale dell’Italia, un lusso che in questi tempi non possiamo assolutamente permetterci”. “Mi auguro – aggiunge il senatore – che le proteste che stanno dilagando nel Paese abbiano effetto. Tuttavia – conclude Sangalli – qualora il provvedimento permanesse, e’ indispensabile che l’esecutivo venga a riferire in Parlamento”. L’interrogazione, a prima firma Sangalli, e’ stata sottoscritta anche da diversi altri senatori, fra cui molti appartenenti ad altri gruppi parlamentari. (AGI)