RAI: META (PD), SU CLAUSOLA GRAVIDANZA A PAROLE DG SEGUANO FATTI

Condividi

(AGI) – Roma, 21 feb. – “Con l’annunciata marcia indietro della direzione generale della Rai sull’odiosa ‘clausola di gravidanza’ per i contratti di consulenza viene riconosciuta la battaglia del coordinamento giornalisti precari ‘Errori di stampa’ che ne aveva sollevato il problema. Non e’ in alcun modo giustificabile una contrazione dei diritti dei lavoratori, ed in particolar modo delle donne, soprattutto se parliamo di aziende pubbliche come la Rai che invece dovrebbe essere modello di riferimento per quanto riguarda le tutele e la contrattualistica. Ci auguriamo che alle parole del Dg della Rai seguano i fatti, ovvero l’immediata cancellazione della clausola sulla maternita’, insieme ad un’attenta ricognizione del sottobosco dei contratti di collaborazione che vengono firmati nella piu’ grande azienda culturale del Paese dove non e’ in gioco la ‘suscettibilita” dei lavoratori ma la garanzia di diritti costituzionali”. Lo afferma il deputato e capogruppo del Pd in commissione Telecomunicazioni alla Camera, Michele Meta, commentando le parole del Dg della Rai, Lorenza Lei, che ha assicurato la modifica della clausola sulla maternita’ dei contratti aziendali di consulenza. (AGI)