SPOPOLANO SU TWITTER “LE BUGIE”, DALLA MANNOIA ALLA CGIL

Condividi

(AGI) – Roma, 22 feb. – Ora su Twitter la gara e’ a chi la spara piu’ grossa. Le bugie, s’intende, da quelle davvero esagerate a quelle quotidiane, senza tralasciare quelle alle quali tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo fatto ricorso. E i vip non si sono sottratti al gioco, cosi’ sotto #lebugie si puo’ trovare Fiorella Mannoia: “Dai, non e’ brutto,… E’ un tipo” e “Non sei ingrassata, e’ solo ritensione”, ma anche Cesare Cremonini: “Mi sono rifatta il seno perche’ dovevo togliermi un neo”.
Non manca chi ne approfitta per portare avanti la propria battaglia, come la Cgil che scrive “L’articolo 18 e’ un ostacolo allo sviluppo e alla crescita”. Il critico cinematografico sui generis Johnny Palomba usa la sua parlata romana per un classico delle giustificazioni dei ritardi: “Nun poi capi’ che ce stava sur raccordo”. La showgirl Elena Santarelli si affida a un altro classico: “Il provino e’ andato abbastanza bene, comunque la ricontatteremo sicuramente”; il dj Claudio Coccoluto prende di mira il collega David Guetta: “Lo stimo perche’ si e’ fatto il mazzo” e Selvaggia Lucarelli il vituperato comandante Schettino: “sono caduto nella scialuppa”. La cantante Syria scrive “non vedo l’ora di sentirti suonare in giro, fammi sapere quando capiti a Milano”. (AGI