CASO LUSI: BINETTI RISPONDE AD ANONYMOUS, “BASTAVA UNA MAIL”

Condividi

(AGI) – Roma, 22 feb. – Paola Binetti risponde agli haker di Anonymous che hanno preso di mira il suo sito per chiedere risposte sul caso Lusi e i 13 milioni di euro spariti, ma anche per un attacco generale a tutta la classe politica. “Nessun disturbo”, risponde Binetti: “Scrivetemi a binetti_p@camera.it, non mi sottraggo mai a rispondere a quesiti legittimi e posti con le giuste e buone maniere”. La Binetti ringrazia poi gli haker di aver inaugurato il Febbraio contro i politici proprio con l’attacco al suo sito – “I miei ringraziamenti per aver inaugurato con me il vostro ‘speciale’ febbraio…” – Anche io ho delle domande da fare a ‘We are Anonymous’. In un momento in cui tanto si parla di liberta’ di stampa, di liberta’ di informazione e di democrazia, non sarebbe stato meglio chiedere la pubblicazione delle vostre rimostranze, piuttosto che irrompere in uno spazio dedicato ad altro? Questa potrebbe essere una contraddizione che fa perdere valore al vostro messaggio. Chi segue la mia attivita’ politica – conclude Binetti – chi ascolta i contenuti dei miei interventi e delle mie proposte di legge, sa che lavoro in posizione di ascolto e amo il confronto. Il sito e’ uno degli strumenti con cui faccio informazione e diffondo i contenuti della buona politica in cui credo: basta dargli un’occhiata”. (AGI)