OSCAR: THE ARTIST, STREEP E CLOONEY FAVORITI PER SCOMMETTITORI

Condividi

LIVERPOOL (ITALPRESS) – Grande attesa per l’84^ edizione della cerimonia degli Oscar che si terra’ al Kodak Theatre di Los Angeles il 26 febbraio 2012.
La serata di gala, condotta quest’anno dall’attore comico Billy Crystal, vedra’ premiati i migliori film usciti nel corso del 2011. L’autorevole bookmaker Stanleybet coglie l’occasione per creare i pronostici sui favoriti nelle principali categorie: Miglior film, Miglior regia, Miglior attore, Miglior attrice, Miglior scenografia originale, Miglior film straniero e Miglior colonna sonora.
“The Artist” ha fatto incetta di premi ai Golden Globe e il film in bianco e nero diretto da Michel Hazanavicius e’ ora il grande favorito per la conquista dell’Oscar piu’ importante in assoluto.
La statuetta come miglior film e’ quasi data per scontata dal bookmaker britannico, che offre il nuovo trionfo di “The Artist” a 1.06, in netto vantaggio su “The Decendants” (a 9.00) e “Hugo” di Scorsese, bancato a 17.00, che pero’ supera “The Artist” per nomination: 11 a 10.
“The Help”, con un cast al femminile diretto da Tate Taylor, e’ bancato a 15.00. “War Horse”, pellicola di Steven Spielberg sulla tenera storia del giovane Albert che parte per le trincee della seconda guerra mondiale per tentare di ricongiungersi con il suo cavallo, Joey, che e’ stato venduto alla cavalleria francese, e’ quotato a 26.00.
Ancora minori probabilita’ di vittoria per “Midnight in Paris” e “Moneyball”, entrambi quotati a 40.00. La commedia drammatica “Extremely Loud & Incredibly Close” diretta da Stephen Daldry, che affronta i traumi della storia recente relativa all’attentato dell’11 settembre 2001 al World Trade Center, e’ invece data a 50.00. Stessa quota per il gia’ vincitore della Palma d’Oro a Cannes “The Tree of Life” di Terrance Malik.Giochi fatti, secondo Stanleybet, anche per la miglior regia: Michel Hazanavicius e’ in lavagna a 1.17; Martin Scorsese a 3.00; Alexander Payne (“The Descendants”) segue a 10.00, Woody Allen con “Midnight in Paris” e’ a 21.00 e Terrance Malik con il suo “The Tree of Life” si attesta a 25.00.
Per la categoria miglior attore Jean Dujardin, protagonista di “The Artist”, e’ dato a 1.80 che ha la meglio su George Clooney, la cui premiazione (dopo quella ai Golden Globe) per “The Descendants” e’ quotata a 1.90.
La statuetta d’oro a Brad Pitt, per la sua interpretazione nel film “Moneyball”, e’ quotata a 17.00.
Decisamente meno accessibile e’ la probabilita’ che Gary Oldman (“La Talpa”) e Demian Bichir (“A Better Life”) salgano sul palco a ritirare il premio; questi ultimi sono quotati rispettivamente a 23.00 e 40.00.
Pochi dubbi per la miglior attrice. Viola Davis, star di “The Help”, e’ bancata a 1.70, seguita a breve, 1.90, dalla straordinaria Meryl Streep (“The Iron Lady”), gia’ vincitrice del Golden Globes nella stessa categoria. Minori le chance di vittoria per Michelle Williams per la sua interpretazione nei panni della diva per eccellenza Marilyn Monroe nel film “My week with Marilyn”; la sua vittoria e’ data a 11.00.
Completano le nomination Glenn Close offerta a 23.00 (“Albert Nobbs”) e Rooney Mara quotata a 25.00 (“Millennium: uomini che odiano le donne”) Altra categoria interessante e’ quella per la miglior sceneggiatura: in pole Woody Allen bancato a 1.33, seguito a 2.80 da Michel Hazanavicius. Piu’ scarse le possibilita’ di conquistare l’ambita statuetta per Asghar Farhadi (“A Separation”) e J.C.
Chandor (“Margin Call”) entrambi dati a 20.00. Improbabile, almeno stando alle previsioni dell’autorevole compagnia britannica, una possibile affermazione di Annie Mumolo e Kristen Wiig (22.00) candidate per il film “Bridesmaids”.
Gia’ vincitore per la stessa categoria ai Golden Globes di quest’anno la pellicola “A separation” del regista iraniano Asghar Farhadi e’ favorito per la statuetta di Miglior film straniero, quotato a 1.05. Offerta a 7.00 la possibile vittoria della pellicola “In Darkness”, storia di un operaio polacco che durante l’occupazione nazista aiuta alcuni ebrei a fuggire.
A 10.00 “Footnote”, che racconta di una grande rivalita’ fra padre e figlio, dell’israeliano Joseph Cedar. Bancata a 13.00 la pellicola canadese “Monsieur Lazhar” diretta da Philippe Falardeau. Difficile, infine, che ad ottenere il riconoscimento sia la pellicola del regista belga Michael R. Roskam “Bullhead” offerto a 25.00.
Anche per la categoria Miglior colonna sonora “the Artist” si attesta al primo posto con il compositore e arrangiatore francese Ludovic Bource (1.50). Offerto a 5.00 l’autore canadese Howard Leslie Shore del film di Scorsese “Hugo”. Segue John Williams duplice candidatura per le musiche di due film di Steven Spielberg rispettivamente per “War Horse” (6.00) e “The Adventures of Tintin” (8.00). Chiude infine la classifica Alberto Iglesias per la colonna sonora “Tinker Tailor Soldier Spy” dato a 10.00.
(ITALPRESS).