GOOGLE SEAVIEW, LA BARRIERA CORALLINA A PORTATA DI MOUSE

Condividi

(AGI) – Roma, 23 feb. – Dalle strade, ai percorsi sottomarini alla scoperta della barriera corallina piu’ grande del mondo. La nuova sfida di Google e’ SeaView che permettera’ ai naviganti di ‘nuotare’ nel ‘Great Barrier Reef’ australiano. Oltre 50mila immagini subacque a 360 gradi sono state messe insieme da Catlin Seaview Survey che si e’ occupata di esplorare gli abissi con telecamere speciali ad alta definizione per i 2.300 chilometri di barriera corallina al largo dello stato del Queensland. Le immagini montate permetteranno agli utenti di Google di scegliere un punto di partenza, di immergersi e nuotare nel luogo subacqueo piu’ suggestivo al mondo. Dietro il progetto vi e’ l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’impatto che i cambiamenti climatici hanno sulla barriera corallina e aiutare gli esperti a effettuare studi su pesci, tartarughe e altre specie marine. “Per la prima volta la gente potra’ esplorare da casa migliaia di luoghi lungo la Great Barrier Reef”, ha commentato il direttore della fotografia, Richard Fitzpatrick, nel corso di un’intervista subacquea in diretta dalla barriera corallina. Inizialmente gli utenti potranno accedere alla mappa di Catlin Seaview Survey, ma in futuro il progetto sara’ perfettamente integrato in Google Earth. (AGI)