Telecom I.: Asati, risultati positivi ma obiettivi sfidanti

MILANO (MF-DJ)–“I risultati consolidati del gruppo sono positivi grazie al contributo dell’Argentina e del Brasile, compensando i segnali ancora negativi del mercato nazionale. Ma gli obiettivi per gli anni successivi sono molto sfidanti, soprattutto riguardo al debito (25 mld al 2013) e il rapporto debito/Ebitda minore di 2 nel 2014”. Cosi’ il presidente di Asati, Franco Lombardi, ha commentato in un comunicato i risultati di Telecom I. relativi all’esercizio 2011. “Certamente – continua la nota – l’anno piu’ critico sembra essere questo 2012 e non solo a causa della difficile congiuntura nazionale. Il gruppo infatti conterebbe nel 2012 di ridurre il debito rispetto di circa 3 mld, e questo a spese degli azionisti (-500 mln di dividendi), dei dipendenti (forse con ulteriori operazioni di outsourcing), e senza poter disporre di risorse economiche per aumentare gli investimenti. E tutto questo per scongiurare un possibile declassamento del rating con le ovvie conseguenze negative sul costo di rifinanziamento del debito”. Nel comunicato poi e’ specificato che “e’ da tenere in conto che il Brasile in un prossimo futuro diverra’ un mercato maturo e che quindi non potra’ sempre compensare le eventuali defaillances nel mercato domestico. Occorre quindi recuperare al piu’ presto risorse finanziarie sia per consolidare la presenza in sud America sia per conquistare uno sbocco nei mercati a piu’ alta crescita, nei paesi Emergenti dell’Asia e dell’Africa”. Il comunicato conclude specificando che “nel mercato nazionale la proposta di Asati, come noto, rimane quella della costituzione di una societa’ della rete a controllo Telecom I., aperta agli interventi della mano pubblica e di tutti quei soggetti privati che hanno risorse finanziarie adeguate. Tale proposta tra l’altro agevolerebbe la riduzione del debito, gli investimenti innovativi (Ngn), e i problemi occupazionali e consentirebbe uno sviluppo dei nuovi servizi per le imprese e la PA, unico vero potenziale volano di crescita per la competitivita’ del Paese e per il mercato domestico di Telecom I.”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci