Usa/Casa Bianca e NSA divise su privacy e sicurezza informatica

Condividi

Agenzia sicurezza nazionale vuole maggiori poteri di controllo
New York, 28 feb. (TMNews) – La sicurezza online deve essere delegata ai governi o spetta ai singoli utenti? È questo il tema al centro del dibattito in corsa a Washington, dove Amministrazione Obama e Agenzia per la sicurezza nazionale discutono sulle misure necessarie a proteggere le aziende considerate vitali per gli interessi nazionali americani da eventuali attacchi informatici.
Stando a fonti dell`Amministrazione Obama e ad alcuni documenti interni ripresi dal Washington Post, dopo che lo scorso maggio aveva sottolineato i rischi che corrono alcune aziende considerate fondamentali per la sicurezza del Paese, la National Security Agency vorrebbe ampliare il proprio ruolo nella protezione di network e computer privati dagli attacchi di hacker. E ha chiesto che centinaia di aziende permettano ad alcuni programmi del governo federale di monitorare il loro traffico internet. Casa Bianca e ministero della Giustizia si sono però opposti.
Oltre all`enorme costo del progetto, l`Amministrazione Obama nutre perplessità  sull`efficacia dell`approccio. Secondo la Casa Bianca, la proposta – non escludendo che gli stessi provider di internet diventino oggetto dei controlli – metterebbe a repentaglio la privacy di tutti gli internauti.