INFORMAZIONE: SIDDI, PLURALISMO NON E’ SOLO UN DATO COMMERCIALE

(AGI) – Roma, 5 mar. – “Selettivita’ e valutazione premiale per le copie effettivamente vendute; ma il pluralismo dell’informazione non e’ solo un dato commerciale. Occorrera’ pertanto calibrare bene i ‘punteggi’ che si assegneranno alle varie voci utilizzabili per misurare i contributi pubblici all’editoria. Comunque, un parametro fondamentale – come gia’ condiviso con il governo – dovra’ essere quello dell’occupazione professionale giornalistica regolarmente inquadrata secondo le leggi e il contratto”. Lo dichiara il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, prendendo spunto da una dichiarazione di oggi del sottosegretario Paolo Peluffo. Per Siddi, poi, quanto all’apertura a contributi per l’on line, “la legge li rende oggi possibili solo per i giornali di partito. Quindi, in questo caso, l’elemento cardine nel calcolare il contributo sostenibile, certamente e di molto inferiore rispetto ai giornali di carta, dovra’ essere proprio la considerazione della redazione giornalistica professionale”. Il segretario della Fnsi conclude dicendo “a questo punto attendiamo il confronto sul nuovo regolamento” ma precisando anche che “i giornali cartacei non sono certo il passato”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)