Media/ Direttore Bbc annuncia a staff su twitter: mi dimettero’

Mark Thompson lascerà  subito dopo Olimpiadi
Roma, 19 mar. (TMNews) – Il direttore generale della Bbc, Mark Thompson, ha annunciato con una lettera allo staff su twitter le sue prossime dimissioni, subito dopo le Olimpiadi di Londra di quest’estate. “Come avevo promesso voglio dirlo a voi prima che a chiunque altro (…) – si legge sul tweet – questa mattina ho annunciato a Lord Patten che credo che il momento più appropriato per lasciare il posto a un successore e dimettermi dall’incarico di direttore generale della Bbc, sia l’autunno di quest’anno, una volta concluse le Olimpiadi e tutti i fantastici appuntamenti del 2012”. Thompson ha chiesto ai vertici della Bbc di avviare quanto prima la ricerca per il suo successore, assicurando tutta la sua collaborazione. Thompson guarda “con meraviglia” ai suoi otto anni alla guida della British Broadcasting Corporation, il direttore più longevo dagli anni Settanta, che ha visto sfilare “tre presidenti (della Bbc), tre primi ministri e cinque segretari di stato!”. Un lavoro “non sempre facile, ma immensamente gradevole e ricco di soddisfazioni”, scrive Thompson, “tutto grazie a voi: al vostro talento e alla vostra energia, alla vostra incrollabile fiducia nella Bbc e in tutto ciò che essa rappresenta”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo